7 cose da fare a casa per non annoiarsi

Qualche consiglio utile per impiegare al meglio il tempo da trascorrere a casa, anche in solitudine.

Di fronte alla necessità di rimanere più tempo in casa per alcuni di noi non sarà difficile adattarsi al nuovo stato di cose. Ad altri potrà invece capitare di trovarsi inaspettatamente di fronte a ore che possono apparire vuote e  prive di stimoli, soprattutto se da trascorrere in solitudine. Ecco quindi qualche idea per riempire il proprio tempo libero in modo positivo e con creatività. 1. Parlare con gli amici. Siamo nell’era della comunicazione. Anche a distanza. Oggi per metterci in contatto con qualcuno a cui vogliamo bene possiamo usare una miriade di mezzi a nostra disposizione, compreso il vecchio telefono. Una chiacchierata senza fretta può farci ritrovare o riscoprire legami che avevamo dimenticato. Sfruttiamo questa occasione per coltivare rapporti a distanza che, presi dai troppi impegni, forse abbiamo un po’ trascurato. 2. Fare giardinaggio. Può essere fatto anche in casa, in spazi interni o in terrazzo (per chi ne ha uno). Un’idea è provare a disporre in nuovi modi le piante che già abbiamo, per creare un vero e proprio angolo verde che abbellisca la stanza in cui trascorriamo più tempo. Molti spunti possono arrivare da libri o riviste, ma anche dalla rete. Esistono infatti innumerevoli blog e i siti dedicati al mondo green. Per qualche consiglio riguardo piante da appartamento facili da gestire, ecco un articolo che può offrire alcuni spunti utili (leggi qui). 3. Dedicarsi alla cura del proprio corpo. Cogliamo la palla al balzo per dedicarci a tutte quelle coccole a cui normalmente rinunciamo per mancanza di tempo. Curare il proprio corpo può rivelarsi un’attività estremamente gratificante. Un bagno caldo con oli profumati, per esempio, è l’ideale per rilassarsi e rimettere in ordine i pensieri. Oppure possiamo fare una maschera viso o qualche altro trattamento per rivitalizzare la pelle. Se servisse qualche spunto, ecco un link da cui scaricare una preview del nostro Ricettario di Bellezza. 4. Leggere. Quello della lettura è un piacere da riscoprire, anche per chi ha perso l’abitudine a leggere a causa di ritmi quotidiani troppo serrati. In questi periodi possiamo tranquillamente affrontare quei romanzi rimasti a coprirsi di polvere sul nostro comodino… Immergersi e lasciarsi trascinare da una storia che ci appassiona è una delle più belle esperienze che si possano fare in solitudine. 5. Colorare. Per il suo potere rilassante, colorare è considerato un ottimo esercizio scaccia-stress. A questa attività si prestano benissimo i mandala. Si tratta di disegni di tradizione indiana che oggi è molto comune stampare per riempirli dei nostri colori preferiti. Vantano la capacità di allentare lo stress, stimolare la concentrazione e di indurre particolari sensazioni ed emozioni nella nostra mente. Ci sono molti siti in rete da cui è possibile scaricare questi disegni, per dare il via libera alla creatività e migliorare l’umore. 6. Mettere in ordine. Il riordino degli spazi in cui viviamo è la classica attività che ci permette di unire l’utile al dilettevole. Se da una parte ci consente di creare spazi più confortevoli, puliti, ordinati, dall’altra libera la nostra mente, ripulendola da cose e pensieri superflui. Questo tipo di attività è noto come “ decluttering”, che significa “liberarsi da ciò che è inutile” per fare spazio al nuovo. Per saperne di più ecco un articolo dedicato alle attività per rilassarsi e calmare la mente, dove trovare altri consigli utili per trascorrere bene il tempo libero. 7. Cucinare. Perché non approfittare del maggiore tempo a disposizione per provare nuove ricette? Si possono realizzare piatti nuovi anche a partire dagli ingredienti disponibili in casa. Ideare soluzioni gustose con poco è un buon modo per allenare la creatività, scoprendo magari abbinamenti inediti. Con nuove attività a cui dedicarci il nostro spazio domestico può diventare una dimensione appagante, stimolante e arricchente. Basta armarsi di un po’ di curiosità e di voglia di mettersi in gioco. Potremmo scoprire che ogni apparente limitazione può diventare un invito ad andare oltre i confini dell’abitudine.