®[aloevera]²

La differenza fra papaya e papaya fermentata

La papaya è un frutto tropicale che possiede molti benefici. L’albero della papaya, originario del Messico, è coltivato anche in Brasile, in Africa e in India; ha l’aspetto di una palma, con un’altezza che varia mediamente fra i due e i cinque metri. Il frutto della papaya, inizialmente verde, diventa giallo quando giunge a maturazione. La sua polpa è profumata e zuccherina, ricca di enzimi. La papaya fresca è ricca di enzimi digestivi e un alto contenuto di Vitamina C, ma è solo attraverso la fermentazione microbica che la papaya può dirsi antiossidante.

La papaya bio-fermentata ZUCCARI

In Italia ZUCCARI è la sola realtà ad aver sviluppato il processo di bio-fermentazione della papaya. Creare un processo produttivo tanto rigoroso quanto indipendente era essenziale per aumentare lo standard qualitativo.

  • La papaya per ZUCCARI viene selezionata in Sudamerica, dove la frutta cresce naturalmente rigogliosa.

  • Conserviamo la polpa in un’atmosfera protettiva a temperatura controllata.

  • Aggiungiamo Saccharomyces Boulardii, re fra i lieviti nobili e probiotico eccellente. La sua storia viene da lontano: è stato isolato per la prima volta nel 1923 da M. Boulard partendo dal litchi, un frutto dell’Estremo Oriente che oggi si trova anche sulle nostre tavole. ZUCCARI lascia agire indisturbati per alcuni mesi i batteri “buoni” di questo particolare ceppo.

  • La soluzione liquida ottenuta viene nebulizzata attraverso un’operazione di spray-dry per ottenere una polvere concentrata. Questa è una tecnica di nebulizzazione a temperatura e pressione rigorosamente controllate al fine di preservare il tipico e caratteristico sapore della papaya. In questo modo la polvere pura risulta concentrata nel massimo rispetto del frutto d’origine, arricchita di attività e senza vedere alterate le sue preziose caratteristiche organolettiche. Cosa significa? La nostra papaya sa davvero di papaya!

  • La polvere “libera” potrebbe non essere adatta a tutti poiché potrebbe dare fastidio nel cavo orale. ZUCCARI, attraverso il processo Optigran, offre un prodotto micro-granulato per un’immediata orosolubilità che rende gli stick-pack ideali per un consumo sublinguale.

  • Il prezioso contenuto viene confezionato in stick-pack con azoto, per impedire l’ossidazione del prodotto e mantenerlo perfettamente integro fino all’apertura.

In Italia ZUCCARI
è la sola ad aver
sviluppato il processo
di bio-fermentazione
della Papaya

  • Bio-fermentazione

    BIO-FERMENTAZIONE CON S. BOULARDII
    S. boulardii è un eccellente probiotico, impiegato nell’industria del farmaco per la sua efficacia.

  • Spray dry

    SPRAY DRY A TEMPERATURA CONTROLLATA
    Permette di ottenere una polvere pura concentrata nel massimo rispetto del gusto della Papaya senza alterarne le caratteristiche organolettiche.

  • Granulazione

    GRANULAZIONE OPTIGRAN
    È l’unico processo che esalta il gusto della papaya e ne garantisce una perfetta oro-solubilità.

Una linea completa

Papaya Pura è stata la prima a conquistare le persone più attente alle dinamiche dell’invecchiamento che si vede (quello estetico di “superficie”) e che si sente (quello più profondo). Oggi ZUCCARI propone una linea in continuo ampliamento di prodotti specifici per prevenire e affrontare nel modo migliore disturbi più o meno stagionali, proteggendo l’organismo o andandogli in aiuto quando si trova più debilitato. Ogni integratore alimentare della linea è a base di polpa di Carica Papaya (questo è il suo nome latino) bio-fermentata, naturalmente ricca di vitamine antiossidanti, aminoacidi e flavonoidi specifici per la protezione dallo stress ossidativo.

Se papaya Pura è il prodotto amato dagli esperti di papaya bio-fermentata, Papaya Start-up è la scelta di chi inizia un trattamento con una particolare necessità di favorire il metabolismo energetico con Vitamina B12 e ottimizzare l’assorbimento degli attivi grazie alla presenza di Bioperine, estratto naturale del pepe nero; Papaya Defense è arricchita con Immunototal Complex, uno speciale mix per difendersi con uno scudo naturale; Papaya Recupero vede l’aggiunta di Recufast Complex, per una pronta e piena ripresa in caso di influenza o convalescenza con l’aggiunta di estratti micoterapici quali il Cordyceps sinensis e il Reishi; a ridosso, durante e al termine della stagione più calda non può mancare Papaya Soleil per preparare la pelle all’abbronzatura, aiutare a proteggere dai danni del fotoinvecchiamento migliorando la pigmentazione dell’epidermide per un incarnato uniforme e fissando l’abbronzatura a fine esposizione.

I radicali liberi, l’ossidazione e l’invecchiamento

Lo stress ossidativo si verifica quando una molecola di ossigeno si divide in singoli atomi con gli elettroni spaiati, che sono chiamati radicali liberi. In una situazione di equilibrio gli elettroni formano delle coppie, tuttavia i radicali liberi si muovono nell'organismo per cercare altri elettroni con cui creare una coppia. Ciò provoca danni alle cellule, alle proteine e al DNA. È stato riconosciuto il collegamento tra i radicali liberi e l'invecchiamento, definito come un graduale accumulo dei danni provocati dai radicali liberi. Le sostanze che generano i radicali liberi si possono trovare nel cibo che mangiamo, nei farmaci che assumiamo, nell'aria che respiriamo e nell'acqua che beviamo. Queste sostanze includono i cibi fritti, l’alcool, il fumo di tabacco, i pesticidi e gli inquinanti atmosferici.
I radicali liberi però sono anche dei sottoprodotti naturali dei processi biochimici, per esempio il metabolismo. Come spesso accade, è la dose di accumulo a fare la differenza fra il benessere e il suo contrario.

LO SAPEVI?

Secondo la Harvard School of Public Health la reazione a catena dei radicali liberi potrebbe portare a rompere le membrane cellulari alterando quindi la barriera che filtra ciò che entra e ciò che esce dalla cellula. La reazione a catena potrebbe modificare la struttura di un lipide, aumentando il rischio di intrappolamento in un'arteria di tale sostanza.