Combattere la ritenzione idrica pedalando

Combattere la ritenzione idrica è più facile e piacevole se scegli di farlo in bicicletta!

Le cause all’origine della ritenzione idrica

La ritenzione idrica, insieme a gonfiori e cellulite, è dovuta al ristagno di tossine nell’organismo. Normalmente questi disagi si verificano a causa di un’alterata funzionalità del sistema venoso e linfatico, a sua volta provocata da stili di vita che sottopongono l’organismo a stress: alimentazione sbilanciata, orari sregolati, posture statiche (come stare seduti a lungo o rimanere in piedi senza fare molti movimenti).

Riconoscere i sintomi

Gli edemi, cioè i gonfiori che colpiscono le zone del corpo più predisposte all’accumulo dei liquidi – addome, cosce, glutei e caviglie – sono facilmente riconoscibili. Basta esercitare per qualche istante una pressione con un dito. Se rimane visibile l’impronta è molto probabile che ci troviamo in presenza di ristagno di liquidi. Spesso insieme ai sintomi più evidenti della ritenzione idrica compaiono anche altre fastidiose conseguenze: difficoltà digestive, irregolarità intestinale, stanchezza, fino ad arrivare a mal di testa e dolori articolari.

Qualche consiglio utile

I consigli pratici che possono aiutarci a combattere la ritenzione idrica spaziano dall’alimentazione al movimento. Prima di tutto un’alimentazione povera di sodio e ricca di verdure fresche agevolerà il ruolo degli organi emuntori – pelle, reni, polmoni, intestino – nella corretta espulsione delle tossine. Mentre bere molta acqua è assolutamente indispensabile per favorire la pulizia dell’organismo (leggi qui un approfondimento sui consigli utili al drenaggio dei liquidi corporei). Inoltre muoversi con regolarità migliora la circolazione e il funzionamento del sistema linfatico. Se passiamo molte ore in posizione seduta un’altra semplice ma importante indicazione è di alzarci ogni ora e camminare un po’, anche all’interno di una stanza.

Combattere la ritenzione idrica in bicicletta

L’attività fisica è indispensabile per combattere la ritenzione idrica.  E la bicicletta rappresenta uno dei migliori esercizi contro i disagi connessi al ristagno di liquidi nel corpo. Innanzitutto è un tipo di movimento adatto anche a chi non fosse particolarmente allenato. Pedalare offre il vantaggio di attivare molto bene la circolazione di tutto il corpo, senza caricare eccessivamente le giunture. L’attivazione della circolazione e del microcircolo è infatti un’azione indispensabile a combattere la ritenzione idrica e ridurre gli effetti della cellulite. Il movimento della pedalata energica inoltre contribuisce a trasportare meglio l’acqua all’interno del corpo favorendo la sua espulsione per mezzo del sudore. Quindi via libera alle pedalate all’aria aperta! Muoversi in bicicletta in un ambiente verde e distensivo contribuirà ad allentare lo stress, anch’esso all’origine, insieme ad altre concause, di un cattivo smaltimento delle tossine.

Un nuovo alleato naturale

Se cerchi un supporto naturale che aiuti il tuo organismo a combattere la ritenzione idrica con più efficacia puoi fare affidamento sull’innovativa formula di  Fordren Complete Super Shape (clicca sul nome del prodotto per scoprirne le qualità). In che modo aiuta il tuo organismo a gestire meglio l’espulsione delle tossine e dei liquidi in eccesso? La sua è un’azione multi-specifica, grazie alla presenza di attivi naturali mirati che agiscono in sinergia. La Caigua, l’Equiseto e la Verga d’oro permettono un buon drenaggio dei liquidi, mentre l’azione depurativa è affidata a Cardo mariano. Ma la novità di Fordren Complete Super Shape è rappresentata dalla quantità potenziata – rispetto alla formula precedente – di Rabarbaro (per un corretto transito intestinale), Mirtillo nero (per migliorare il microcircolo) e Gambo d’ananas (che contribuisce a contrastare gli inestetismi della cellulite). Contiene inoltre Magnesio  – che contribuisce all’equilibrio idrosalino – e Fibra d’acacia per garantire il buon equilibrio della flora batterica intestinale.