Prurito e bruciore intimo. Quando il caldo favorisce le aggressioni batteriche.

Il caldo può creare il microclima adatto alla proliferazione di germi e batteri. Vediamo come affrontare gli squilibri che in estate sono causa di prurito e bruciore intimo.

Estate. Quale momento migliore per stare al sole e fare un tuffo al mare o in piscina? Una situazione ideale per il relax e il benessere… ma anche per i batteri che possono proliferare nelle nostre zone intime. Peggio ancora per chi è in città a subire la morsa del caldo. Il caldo umido può rivelarsi un nemico per l’equilibrio delle zone intime perché, oltre a favorire la proliferazione di germi e batteri, rende anche le mucose molto più sensibili e indifese verso le aggressioni esterne. La situazione si fa ancora più delicata quando si verificano dei cambiamenti ormonali che alterano il microambiente vaginale. Ciò avviene in concomitanza con diversi fattori, come durante le mestruazioni o in gravidanza, a causa delle fisiologiche variazioni ormonali. Prima di dare qualche consiglio utile a difendersi dalle aggressioni di germi e batteri nelle zone intime, dedichiamo un attimo alla flora batterica vaginale e alle sue funzioni. Si tratta dell’insieme di micro-organismi, per lo più di origine batterica, che colonizza la cavità vaginale. Questo insieme di batteri ricco ed eterogeneo, che in uno stato di salute ottimale è in una situazione di equilibrio, svolge un ruolo di difesa verso gli aggressori patogeni. Quando si crea uno squilibrio (detto anche disbiosi) della flora batterica, sia a livello vaginale che intestinale, siamo più esposte agli attacchi di funghi e batteri che possono provocare irritazione, prurito e bruciore intimo. Ecco allora qualche consiglio per prevenire i disagi delle zone intime quando il caldo ne rende più vulnerabile la flora batterica.
  1. Nell’alimentazione quotidiana è bene ridurre i grassi e gli zuccheri, prediligendo cibi che aiutano l’organismo a integrare la quantità di probiotici, cioè quei batteri vivi che aiutano a ripopolare la flora batterica intestinale e vaginale. Yogurt, kefir, miso, tempeh e, in piccola parte anche il lievito madre, sono alimenti in grado di rifornire l’organismo di queste sostanze. Non dimentichiamoci dell’importanza che hanno anche i prebiotici, cioè quelle sostanze che rappresentano il nutrimento dei probiotici (e che quindi permettono a questi ultimi di vivere e proliferare). Esempi di cibi ad alto contenuto di prebiotici sono la frutta secca, l’avena, i legumi, l’aglio, l’asparago.
  2. L’igiene intima è importantissima. Abituiamoci a utilizzare detergenti neutri e non aggressivi, che contribuiscono a non alterare il naturale pH della pelle e a preservare la flora batterica vaginale. Aloegyn Detergente Intimo offre un naturale ed efficace supporto per lenire le irritazioni. Contiene Timo e Tea tree, antibatterici e anti-micotici naturali, e acido lattico per aiutare il ripristino del pH della pelle. Prebiotici e probiotici aiutano l’equilibrio della flora batterica mentre l’azione lenitiva di Malva e Calendula, unita all’estratto di Zanthoxylum bungeanum (noto per la sua attività anti-prurito), garantisce pronto sollievo da prurito e bruciore.
  3. L’Aloe vera è la regina indiscussa della protezione della pelle e delle mucose. Con la sua azione calmante, lenitiva e protettiva offre soccorso immediato per tutte le emergenze cutanee, comprese quelle delle zone intime. Il gel puro d’aloe è un classico rimedio per questo tipo di disagi, ma per un’azione ancora più mirata, arricchita dai principi attivi di Malva, Calendula, Timo, Tea tree, Zanthoxylum bungeanum e Acido jaluronico da Aloe, Aloegyn Crema è la scelta ideale per un immediato sollievo da prurito, bruciore e arrossamento intimi.
  4. Ricordiamo l’importanza dell’abbigliamento in questi casi: è sempre una buona abitudine indossare biancheria intima in cotone, ma è indispensabile farlo in caso di infezioni e irritazioni alla zona genitale. Meglio evitare pantaloni molto aderenti, che possono impedire la traspirazione e peggiorare l’irritazione, soprattutto con il caldo intenso dei mesi estivi.
Seguendo gli accorgimenti giusti potremo affrontare il caldo evitando disagi come prurito e bruciore intimo. Un’accortezza in più quando siamo al mare, al lago o in piscina: soprattutto in caso di fastidi intimi è meglio fare una doccia dopo il bagno e indossare un costume asciutto. Buon inizio d’estate!