Abbronzatura perfetta prevenendo il foto-invecchiamento

In estate possiamo beneficiare di tutti gli effetti positivi del sole, ma solo prestando la massima attenzione ai rischi del foto-invecchiamento.

Se la luce del sole ci offre molti benefici, sappiamo anche che può provocare diversi danni. Ecco qualche suggerimento per un’abbronzatura perfetta, ma in tutta sicurezza per la nostra pelle.

1. I benefici del sole

L’estate è la stagione in cui finalmente passiamo più tempo al sole ottenendo tutti i benefici che l’esposizione ai raggi solari può offrirci. Dal miglioramento dell’umore (grazie alla maggiore produzione di serotonina) alla cura della pelle (la psoriasi per esempio si riduce con l’esposizione al sole); dall’aiuto a ossa e muscoli (per la stimolazione della produzione di vitamina D e di calcio) al sollievo dallo stress. Ecco perché amiamo quella sensazione di benessere fisico e mentale che ci pervade quando siamo all’aria aperta in una bella giornata di sole. Senza contare il piacere di ottenere una pelle abbronzata, che ci dà un aspetto più sano e solare.

2. Le insidie dell’esposizione ai raggi solari

Se il sole è in grado di offrirci tutti questi effetti positivi, sappiamo però che ha anche dei lati insidiosi. È infatti responsabile dell’invecchiamento cellulare dell’epidermide, un fenomeno noto come fotoinvecchiamento. La pelle subisce in particolare i traumi dovuti al danneggiamento del collagene, che provoca rughe più profonde e diffuse e perdita di elasticità; può diventare così più secca e ruvida con la presenza di capillari dilatati, macchie solari e desquamazione. Purtroppo anche il rischio di sviluppare tumori della pelle è proporzionale al grado di fotoinvecchiamento. Come ottenere allora una bella abbronzatura, ma al riparo dai rischi che l’esposizione al sole comporta?

3. Come prevenire i rischi del fotoinvecchiamento

È bene prima di tutto ricordare una buona regola che probabilmente tutti conosciamo, ma che non sempre rispettiamo. L’esposizione ai raggi solari va dosata e limitata. Nelle ore centrali della giornata dovremmo evitare di esporci al sole, o farlo solo utilizzando cappelli e indumenti che ci proteggano dai raggi UV. Inoltre è di fondamentale importanza spalmare sulla pelle l’adeguata protezione solare, in particolare se trascorriamo diverse ore al sole. Ricordiamo che ogni persona ha un proprio fototipo in base al quale scegliere il fattore protettivo adatto alla propria pelle. Un’alimentazione ricca di frutta e verdura è un suggerimento più importante di quello che potremmo pensare, perché alcuni frutti e ortaggi contengono delle sostanze naturali molto importanti per proteggere la pelle e preservarla dall’invecchiamento: gli anti-ossidanti. Vediamone alcuni esempi:
  • Licopene: è uno dei preziosi elementi di cui è ricco il pomodoro (presente anche in albicocche, pompelmo rosa, arance rosse, carote) e svolge un’intensa azione anti-ossidante combattendo i radicali liberi. Per questo è in grado di proteggere la pelle allontanando i rischi del fotoinvecchiamento.
  • Betacarotene: si trova in una buona quantità di frutta e verdura, riconoscibile per la pigmentazione giallo-arancio; alcuni esempi sono carote, zucca, peperoni gialli, meloni, albicocche e diverse verdure a foglia verde come spinaci, broccoli, rucola. Anche in questo caso si tratta di un potente anti-ossidante che, oltre a svolgere una funzione protettiva della pelle (rendendola meno foto-sensibile), aiuta anche la vista e il corretto sviluppo delle ossa.
  • Selenio: si tratta di un minerale che svolge un ruolo chiave nell’azione di contrasto dei radicali liberi. Permette infatti il buon funzionamento degli anti-ossidanti. Ne sono ricchi alcuni cereali come riso, mais, kamut. È in grado di favorire il metabolismo degli ormoni tiroidei e aiuta il mantenimento dell’elasticità dei tessuti (compresa la pelle).

4. Un aiuto naturale per un’abbronzatura perfetta e in sicurezza

Per beneficiare di tutti gli effetti positivi che il sole è in grado di offrirci, ma limitando i rischi provocati dal fotoinvecchiamento, Zuccari ha messo a punto Papaya Soleil. Questo integratore per la pelle svolge un ruolo attivo di contrasto al fotoinvecchiamento grazie al potere anti-ossidante della Carica Papaya bio-fermentata. A questa aggiunge alcuni attivi specifici per la protezione cellulare dell’epidermide: Betacarotene, Licopene e Selenio. Contiene inoltre Rame, che favorisce la normale pigmentazione della pelle e aiuta a intensificare e mantenere più a lungo l’abbronzatura. Per scoprire tutte le azioni di Papaya Soleil clicca qui. Per garantire la massima efficacia protettiva, ma anche per preparare la pelle attivandone la pigmentazione, è utile utilizzare Papaya Soleil già da una ventina di giorni prima delle vacanze (quando l’esposizione al sole sarà più intensa e costante). Anche per chi rimane in città Papaya Soleil è un valido aiuto per ottimizzare l’abbronzatura e ottenere un bel colorito, seppure con un’esposizione al sole più ridotta. In comode bustine da sciogliere sotto la lingua, sarà facilissimo portare sempre con sé un concentrato di attivi naturali per la salute e la protezione della pelle. E ottenere così un’abbronzatura perfetta e in sicurezza. Buon sole a tutti… a chi va in vacanza e a chi no!