Irritazione post depilazione, un classico problema estivo

Nella bella stagione l’irritazione post depilazione può essere aggravata da fattori come caldo, sole, sudore, sabbia. Vediamo come gestire la situazione con rimedi naturali.

In estate la depilazione diventa indubbiamente più frequente. Non è una cura necessaria solo per chi si sta preparando alla vita da spiaggia (anche se ci auguriamo che chi sta leggendo questo articolo rientri fra le fortunate in partenza per le vacanze).

Nella stagione estiva, sia che ci si trovi al mare, ai monti o in città, indossiamo comunque abiti leggeri che lasciano scoperti braccia e gambe. Una pelle liscia e libera dalla peluria è un accorgimento fondamentale per sentirsi sempre in ordine e a proprio agio. Evitando tra l’altro di essere costrette a indossare pantaloni lunghi in giornate calde e afose solo per coprire i segni evidenti di una depilazione trascurata… Ma come comportarci quando la pelle, stressata, manifesta i sintomi dell’irritazione post depilazione?

1. Consigli preliminari

Che si opti per la ceretta o per il rasoio, la depilazione è pur sempre un evento traumatico per l’epidermide, che in seguito a questa operazione può risultare arrossata, cosparsa di puntini, irritata o caratterizzata da gonfiori. A peggiorare la situazione a volte ci si mettono anche il sole o la sabbia, per esempio, ulteriori fattori di irritazione. Anche il sudore, causando la proliferazione di batteri, può concorrere a provocare arrossamenti e altri fenomeni irritanti.

Ma con qualche accortezza non sarà poi così difficile evitare, o per lo meno lenire, l’irritazione post depilazione.

Qualche primo accorgimento  per chi preferisce una depilazione con rasoio. Spesso questa modalità di depilazione è stata un po’ bistrattata, con l’accusa di far ricrescere peli più forti e più ispidi. Non è del tutto vero. Il pelo reciso con il rasoio ha una caratteristica: viene tagliato di netto assumendo una forma, anziché appuntita, più “squadrata”. Per intenderci, a ricrescere sulla superficie della pelle sarà la sezione del pelo amputato della sua punta. Da qui la percezione di una peluria più resistente e dura al tatto. In realtà la struttura del pelo non cambia.

Nonostante la possibile sensazione di ispidezza, la rasatura è pur sempre una scelta preferibile per chi soffre facilmente di irritazione dei bulbi piliferi. Con una depilazione a strappo può infatti capitare più frequentemente di irritare i follicoli piliferi, con l’apparizione di brufoletti, puntini rossi e peli incarniti. Se scegliamo il rasoio, che tendenzialmente non provoca questo effetto (ma può pur sempre causare un’irritazione più superficiale), facciamo attenzione a qualche aspetto preliminare:

  1. esfoliamo la pelle prima della rasatura, liberandola di impurità e cellule morte
  2. non passiamo mai il rasoio a secco! Può sembrare scontato, ma chi non ha mai avuto la tentazione, presa dalla fretta di uscire di casa di corsa, di fare una passatina di rasoio così su due piedi? Ecco, evitiamolo sempre e comunque…
  3. cambiamo spesso la lametta, eventualmente disinfettiamola se vogliamo usarla più di una volta
  4. meglio tamponare delicatamente la pelle dopo la rasatura (eseguita magari sotto la doccia), invece di sfregarla per asciugarla più velocemente
  5. massima attenzione all’idratazione post depilazione!

2. Il potere lenitivo dell’aloe

Fra i rimedi lenitivi per trattare la pelle irritata dopo la depilazione è difficile trovare un potere idratante, calmante e rigenerante più efficace dell’aloe. Con la sua straordinaria capacità cicatrizzante, il Gel Primitivo d’Aloe (clicca sul nome per scoprire le sue caratteristiche) è in grado anche di rimarginare gli eventuali taglietti o piccole abrasioni che possono comparire sulla pelle dopo averla depilata. È sufficiente spalmare un leggero strato di Gel Primitivo d’Aloe per provare subito un effetto rinfrescante, lenitivo e idratante. La sua straordinaria efficacia è data dalla doppia concentrazione del succo ottenuto solo dalle più carnose foglie d’aloe lavorate a freddo, senza alcuna aggiunta di acqua.

La texture particolare del Gel Primitivo d’Aloe consente inoltre un effetto protettivo grazie alla leggera pellicola naturale che crea sull’epidermide, evitando l’effetto grasso di alcune creme idratanti che facilmente contribuiscono a chiudere i pori. Un’idratante troppo grasso può diventare un fattore di rischio soprattutto per chi sceglie una depilazione a strappo e deve evitare di tappare i bulbi piliferi per non provocare la formazione di antiestetici brufoletti, che possono anche arrivare a infiammarsi e a sfociare in episodi di follicolite.

Per chi invece, pur amando il gel puro d’aloe, può trovarlo a volte leggermente appiccicoso sulla pelle (una sensazione molto soggettiva), il consiglio è di provare Crema Gel d’Aloe, dalla texture particolare e unica che la rende estremamente versatile: né gel né crema, ma una fusione delle due cose. L’elemento che la impreziosisce è il siero di lumaca, che contribuisce a donare un effetto più setoso sulla pelle. Una sensazione di morbidezza, idratazione e protezione che mette al riparo dalle irritazioni con naturalezza.

E per chi ama l’efficacia del nostro Gel Primitivo d’Aloe nel lenire l’irritazione post depilazione ed è curioso di riscoprirlo in una versione dal look ancora più naturale ed estivo, può scegliere la versione foglia edition.

3. La scelta depilatoria giusta per ogni pelle

Un’ultima raccomandazione prima di dedicarci a quello che è uno dei rituali di bellezza più comuni e importanti, soprattutto in estate: prestiamo la massima attenzione a scegliere il metodo di depilazione più adatto alla nostra pelle. Alcune pelli molto delicate potrebbero risultare troppo sensibili alla cera a caldo, per esempio. Oppure irritarsi di più con il rasoio piuttosto che con la ceretta o altri metodi a strappo (o viceversa). È lecito provare anche modalità nuove rispetto a quelle usate di solito, ma ricordiamo di eseguire un test su una piccola porzione di pelle prima di procedere su zone più estese. Alcune parti del corpo sono particolarmente delicate e meritano di certo qualche cura e attenzione in più. Concediamogliela sempre, scegliendo gli ingredienti naturali più adatti e meglio tollerati dal nostro corpo.