Tensioni muscolari da smartphone

Tensioni muscolari, irrigidimento dell’area della nuca, “collo da tablet” o “text neck”, “pollice da smartphone” e “mouse elbow” (o gomito da mouse)… La gamma dei disturbi derivati dall’utilizzo di dispositivi tecnologici si arricchisce quasi giorno per giorno di nuovi termini e definizioni. È difficile individuare una parte del corpo immune ai disagi muscolari causati dall’uso della tecnologia. A partire da collo, dita e polsi, infatti, le tensioni si possono irradiare verso la schiena e gli arti. Fra gli strumenti tecnologici più pervasivi nelle nostre vite c’è senza dubbio lo smartphone (oggi impiegato sia per lavoro che nel tempo libero). Ma i responsabili dei disagi muscolari e articolari comprendono schermi del computer, mouse, tastiere e tablet.

Le persone più esposte

I più colpiti dagli effetti di un uso compulsivo della tecnologia digitale sono i giovani, i cosiddetti “nativi digitali”, ma anche tra gli anziani si registra un aumento crescente dell’impiego di smartphone e altri dispositivi. Stando ai dati raccolti da alcuni ricercatori statunitensi, la probabilità di fastidi raddoppia tra le persone di sesso femminile. Le donne infatti, con braccia e spalle meno ampie e mani più piccole, sono spesso obbligate a sforzi più intensi quando utilizzano le tecnologie digitali rispetto agli uomini.

Le posture più pericolose

Le posture più pericolose sono quelle che comportano l’inclinazione del collo in avanti, con lo sguardo verso il basso. Inclinandoci di 45 gradi in avanti il peso esercitato sul nostro collo è di oltre venti chili, mentre un’inclinazione di 60 gradi arriverebbe a causare addirittura una pressione di 27 chili! (Ci riferiamo a stime rese disponibili dal New York Spine Surgery and Rehabilitation Medicine Center). Gli effetti si manifestano con tensioni muscolari a livello della nuca che possono estendersi anche alle braccia. A causa dell’impatto così pervasivo della tecnologia nelle nostre vite, il pollice oggi sembra essere diventato il nuovo “tallone d’Achille”. Pare infatti che i movimenti che facciamo tenendo in mano il cellulare risultino innaturali e sottopongano il pollice a un intenso stress muscolare. Ed ecco spiegato il diffondersi di stati dolorosi a partire da questo dito della mano. Un altro problema serio, connesso al tema dell’uso di dispositivi digitali (ma non solo), è rappresentato dalla sedentarietà. Le posture statiche mantenute quando siamo seduti davanti a un computer per molte ore consecutive portano a tensioni in molte parti del corpo difficili da sciogliere.

Le strategie difensive

Le accortezze che possiamo mettere in atto per limitare gli stati dolorosi indotti da queste abitudini sono spesso rimedi semplici, ma che rappresentano un aiuto prezioso. Per ovviare a tensioni e irrigidimenti nell’area del collo il primo consiglio è di tenere il dispositivo – che si tratti di uno smartphone o di un tablet – all’altezza degli occhi. Lo stesso vale per lo schermo del computer. In questo modo si allenterà lo sforzo dei muscoli del collo. Un altro accorgimento importante consiste nell’utilizzare sedie ergonomiche, piani di lavoro all’altezza dei gomiti, ma soprattutto interrompere il lavoro (o la fruizione del dispositivo mobile) ogni 30 minuti. È bene evitare di restare seduti per periodi prolungati. Scegliamo quindi di alzarci regolarmente per camminare e, se necessario, eseguire esercizi di respirazione, stretching e rilassamento. Per le tensioni al pollice invece il rimedio è uno solo: limitare l’utilizzo dello smartphone, in particolare per digitare messaggi!

Oli essenziali e principi attivi naturali per lenire le tensioni

Quando i disagi non sono di grave entità, e non richiedono il ricorso a terapie specifiche, anche un massaggio distensivo può aiutare. Alcuni oli essenziali dal potere miorilassante (cioè che favoriscono la distensione muscolare) si prestano bene a questo tipo di massaggio. Come l’olio essenziale di menta, per esempio. Altri rimedi utili vengono forniti da principi attivi contenuti in alcune piante, come l’arnica e l’artiglio del diavolo, adatti ad alleviare irrigidimenti e indolenzimenti dei muscoli. La speciale formula Olio del Re DoloRed impiega proprio queste sostanze, unite ad altri oli essenziali e principi attivi, per dare sollievo alle tensioni. Olio del Re DoloRed comprende due prodotti specifici: DoloREd Balsamo Testa, per un massaggio a testa, tempie e collo dal fresco effetto rigenerante, e DoloRed  Unguento Corpo, per massaggiare efficacemente diverse aree, tra cui schiena e gambe, con un piacevole effetto riscaldante.

Più libertà di movimento, più benessere mentale

Se questi rimedi possono dare sollievo alle tensioni muscolari, è bene tenere a mente che il miglior rimedio consiste nel prevenire i disagi. Ricavarsi del tempo, ma soprattutto dello spazio mentale per muoversi e rilassarsi, è un passo fondamentale per rapportarsi in modo più sano ed equilibrato all’utilizzo degli strumenti digitali. Cerchiamo di porre freno all’uso compulsivo di questa tecnologia, ricavando benessere (almeno nel tempo libero) da attività più distensive e appaganti per corpo e mente.