Massaggio psicosomatico

Secondo alcune teorie il nostro benessere è frutto dell’equilibrio fra corpo e mente, mentre alcuni disturbi sarebbero la manifestazione psicosomatica di disarmonie. Il massaggio si concentra su alcune aree del corpo e sulle relazioni somatopsichiche che governano la nostra vita.
  1. Tu sei al centro Nelle tecniche di massaggio psicosomatico tu sei al centro di te: un arcipelago di emozioni, sensazioni, pulsioni, bisogni, soddisfazioni. Considerarti nell’insieme rende più facile capire quali meccanismi ti muovano più di altri.
  2. Ascolto consapevole Il massaggio psicosomatico prevede l’ascolto e l’analisi di ogni minima reazione corrispondente a ogni minima sollecitazione. È come se scegliessi di metterti in ascolto dei tuoi sensi e di quello che il tuo corpo intende comunicarti.
  3. Cosa aspettarsi da questo massaggio Il massaggio psicosomatico non esercita molta pressione perché non vuole andare a correggere qualcosa, ma semplicemente a farlo emergere attraverso un atteggiamento di accoglienza. Assomiglia piuttosto a un massaggio linfodrenante, poiché si concentra sull’attività dei fluidi e la loro circolazione.
  4. Il corpo come manifestazione dell’apparato emotivo Quando le emozioni sono molto intense, vorrebbero manifestarsi in modo aperto, ma non hanno un “abito” da indossare. Per questo si convogliano nel corpo, a volte in modo sorprendentemente positivo e a volte in modo altrettanto negativo. La tentazione di agire su blocchi e disarmonie reprimendo lo sfogo è forte perché è raro sentirsi a proprio agio con qualcosa di tanto intangibile come un’emozione. È importante quindi adottare un approccio inclusivo e accogliente, ma non contenitivo e repressivo nei confronti delle nostre emozioni.
  5. Sintonia Lo scopo del massaggio psicosomatico è quello di ripristinare la sintonia armoniosa fra corpo e mente: un primo traguardo si raggiunge attraverso la consapevolezza delle propria esistenza fisica nei minimi dettagli; il secondo si trova collocato alla fine di un percorso che si riappropria della dimensione più istintiva.