Skip to main content

Dieta SIRT: il dimagrimento è nel codice vitale di tutti

I cambiamenti nel nostro fisico dovuti all’aumento o alla perdita di peso corporeo, sono processi strettamente connessi alla fisiologia dell’organismo e influenzati dall’ambiente e dalle circostanze.

L’essere umano è da sempre programmato per gestire naturalmente dei periodi di forte scarsità di nutrienti, che possiamo identificare ad esempio con i momenti di digiuno, alternati a periodi di abbondanza. L’organismo sa quando iniziare ad attingere alle proprie riserve e quindi a consumare gli accumuli che abbiamo in eccesso per ricavarne energia. Cosa vuol dire questo per noi? Una cosa semplice, ma importantissima: tutte le istruzioni che servono all’organismo per gestire condizioni di rigide restrizioni caloriche sono già scritte nel nostro codice genetico.

È proprio qui che entrano in campo i geni SIRT e le Sirtuine. Sono dei veri e propri maestri della regolazione metabolica, capaci di giocare un ruolo fondamentale per bruciare i grassi e restare in forma. Potremmo definirli dei sensori energetici delle nostre cellule, i quali vengono attivati quando entriamo in un momento di sovraccarico fisico o di mancanza di nutrienti.

Le Sirtuine sono delle proteine, legate ai geni SIRT, che vengono prodotte quando c’è scarsità di nutrienti, attivano i processi di consumo energetico attingendo alle riserve adipose e regolano molteplici processi metabolici proteggendo le cellule.

Cos’è esattamente la dieta Sirt?

Questo innovativo regime alimentare ha fatto parlare molto di sé. Tante star si sono rivolte ai suoi principi per ritrovare la loro migliore forma fisica, da Adele a Pippa Middleton, in molti hanno festeggiato la sua incredibile efficacia.

La teoria dietro a questo programma di dimagrimento si deve a Aidan Goggins e Glen Matten, due nutrizionisti autori del libro “Sirt, la dieta del gene magro”. Secondo le loro indicazioni la dieta Sirt si divide in due fasi. La prima dura una settimana: nei primi tre giorni non si può sforare il tetto giornaliero di 1000 calorie da dividere su tre “succhi verdi” e un pasto solido fatto solo da cibi Sirt.

I Sirt food sono alimenti capaci di accendere i nostri interruttori metabolici. Gli STACs (Sirtuin Activating Compounds) sono dei composti presenti in determinati cibi, in grado di attivare i geni SIRT e indurre quindi la produzione di Sirtuine con tutti i loro benefici.

Per i restanti giorni della prima fase le calorie aumentano a 1.500, divise su due succhi e due pasti solidi. La seconda fase è quella di mantenimento e dovrà essere seguita per circa due settimane, in questo caso non avremo più il limite per l’apporto calorico ma ci concentreremo per bilanciare tre pasti Sirt e un succo al giorno.

Una volta terminate le due fasi della dieta, dove raggiungeremo i primi risultati legati alla perdita di peso, non dovremo far altro che mantenere nel nostro regime alimentare i Sirt food che abbiamo imparato a conoscere. Come farlo? Con delle ricette veloci e semplicissime, che manterranno attivi i nostri geni SIRT per ritrovare energia, vitalità e la miglior forma fisica.

Ricapitolando, le Sirtuine sono un tipo di proteine che proteggono le cellule del nostro corpo dalle infiammazioni. La ricerca sta concentrando la sua attenzione sui cibi in grado di attivare le Sirtuine, poiché queste stanno dimostrando di poter aiutare la regolazione del metabolismo, aumentare la massa muscolare e diminuire quella grassa, i cosiddetti Sirt Food. Alcuni esempi? Cavolo riccio, vino rosso, prezzemolo e tè matcha (scopri i Sirt food qui)!

Come iniziare la dieta Sirt?

Come possiamo introdurre questo nuovo regime alimentare nella nostra quotidianità? In vista dell’estate molte e molti di noi cercano una routine che permetta di ritrovare la migliore forma fisica senza sacrificare il nostro benessere. La dieta Sirt offre un vasto panorama di ricette e soluzioni per raggiungere la silhouette che più desideriamo. Abbracciare uno stile di vita che metta al primo posto il benessere a tutto tondo, per sentirsi bene, vedersi bene e vivere fino in fondo la propria energia. Proprio per questo anche qui a ZUCCARI abbiamo pensato a te, per accompagnarti in questo viaggio verso la scoperta delle potenzialità della dieta Sirt. Quando le ricette sembrano non bastare o non tutti gli ingredienti sono a portata di mano, abbiamo pronta la soluzione: Yes Sirt. Una nuova linea di integratori capace di racchiudere tutti i migliori STACs.

Segui la dieta Sirt e cerchi una soluzione pratica?

I prodotti della linea Yes Sirt si integrano perfettamente nel tuo regime alimentare, amplificandone i risultati. Ti raccomandiamo di scegliere Yes Sirt Slimming Activator nel formato che preferisci (capsule facili da deglutire o stick-pack da diluire in acqua) e di associarlo all’efficacia di Yes Sirt Green Juice. I prodotti si adattano a entrambe le fasi della tua dieta!

YES SIRT è adatto a me anche se non seguo la dieta Sirt?

Assolutamente si, i prodotti sono ideali anche per te che vuoi iniziare (o continuare) a prenderti cura della tua silhouette. In questo caso ti consigliamo di scegliere Yes Sirt Slimming Activator nel formato che preferisci (capsule facili da deglutire o stick-pack da diluire in acqua) e di associarlo all’efficacia di Yes Sirt Green Juice, avendo cura di aumentare il tuo livello di attività fisica e curare la tua alimentazione il più possibile.

attività fisica, Gene Magro, sport, dieta Sirt, yes Sirt, estate, sirt, geni Sirt, sirtuine, alimentazione, benessere, dieta